De Agostini e Saipem: nuovi volti ma solo uomini ai vertice

Novità e cambi ai vertici per De Agostini e Saipem. Momenti delicati e nuovi obiettivi all’orizzonte dei Gruppi.

Saipem e i due nuovi manager

A seguito dell’emergenza di appena qualche giorno fa e della nomina del nuovo cda, Saipem si è diretta verso la nomina di due manager. In particolare, la scelta è partita dai due grandi soci Eni e CdP e dalla necessità di affiancare l’attuale AD Francesco Caio.

Alessandro Puliti e Paolo Calcagnini

Ecco quindi che l’organizzazione Saipem si riformula con la nomina di Alessandro Puliti in qualità di direttore generale della società. Puliti, che attualmente svolge il ruolo di direttore generale Natural Resources di Eni ha assunto l’incarico nella giornata di ieri 7 febbraio 2022.

Al contempo, l’altra figura che entra nel team di management della società e a diretto riporto del nuovo direttore generale è Paolo Calcagnini che attualmente veste l’incarico di vice direttore generale e chief business officer di Cdp.

Lo scopo dell’azienda è quello di migliorare la capacità esecutiva dei progetti e completare la revisione strategica in corso al fine di rafforzare la struttura patrimoniale e finanziaria del gruppo.

De Agostini e Marco Sala

Novità anche in casa De Agostini, che candida Marco Sala come nuovo Amministratore Delegato del Gruppo, in sostituzione di Lorenzo Pellicioli (il quale verrà proposto per il ruolo di Presidente). In particolare. La proposta se ne parlerà in occasione delle riunioni degli organi societari di De Agostini il prossimo giugno 2022, data in cui si assisterà al rinnovo dell’organo amministrativo.

Vedi anche le ultime notizie di gennaio: Nuove nomine all’orizzonte, ma poche quote rosa.

 

Registrati alla newsletter