La fiducia dei leader aziendali globali nella resilienza delle loro organizzazioni è in aumento, nonostante la pandemia

L’Unione Europea dispone di diversi programmi di finanziamento ed eroga fondi diretti o indiretti

Nel centro dell’Europa, a Bruxelles, cuore pulsante dell’Unione Europea, il CEO della “Progresso APM Consulting”, società leader nel campo dell’euro-progettazione, attività di lobby ed affari europei, ci fornisce un focus sui fondi europei i quali rappresentano, indubbiamente, un mezzo per contribuire allo sviluppo ed al benessere dei cittadini europei.

Nel dettaglio – ci spiega – detti strumenti finanziari di cui l’Unione Europea dispone e che pone a disposizione della collettività, troppo spesso restano inutilizzati a causa sia della disinformazione legata ad una paradossale insufficienza di diffusione di conoscenze sulla materia, nonché per difficoltà pratiche legate all’effettiva partecipazione ai bandi europei”.

L’Unione Europea dispone di diversi programmi di finanziamento ed eroga fondi diretti o indiretti, ai quali poter accedere rispettivamente a seconda del soggetto richiedente e del progetto candidato. Questi si differenziano per natura e per scopo, e risulta pertanto fondamentale illustrarne le caratteristiche, al fine di far comprendere al cittadino interessato, quale possa essere la tipologia di fondo idonea per l’implementazione della propria idea progettuale. 

Entrambe le tipologie di fondi sono erogate dalla Commissione Europea e legate al budget approvato per il quadro finanziario pluriennale che copre un arco temporale di sette anni. Tuttavia, i fondi diretti vengono erogati direttamente al beneficiario, mentre i fondi indiretti sono gestiti delle autorità nazionali e/o regionali, le quali stabiliscono modalità e criteri di erogazione al beneficiario. Questi ultimi hanno come obiettivo lo sviluppo locale e territoriale e mirano, pertanto, al sostegno dei cittadini e alla crescita e delle imprese. I fondi diretti vengono, invece, erogati con uno scopo più ampio, ovvero quello di finanziare progetti che mirino a contribuire all’implementazione delle politiche e dei programmi che rappresentano una priorità per l’UE.  Si tratta cioè di uno una win-win situation nella quale il beneficiario riceve un finanziamento per lo sviluppo di una propria idea progettuale, la quale, tuttavia, deve a sua volta apportare un beneficio in termini di efficienza energetica, inclusione sociale e dei giovani, ricerca e innovazione ecc. 

Al fine di ovviare al suddetto gap informativo, occorrerebbe maggiore sensibilizzazione sulle opportunità che l’Unione Europea mette a disposizione dei suoi cittadini, nella direzione di una delle principali politiche comunitarie, ovverossia, quella dell’avvicinamento del cittadino all’Unione, ma anche quelle rivolte all’edificazione di un’Europa più green, digitale e resiliente.

È esattamente in quest’ottica che nel 2018 è stata istituita a Bruxelles una sede della Progresso APM Consulting, specializzata nell’assistere cittadini europei interessati ad accedere ai fondi comunitari diretti. Grazie ad un team di professionisti operanti nei diversi Paesi membri, la società si impegna in attività di disseminazione in materia di finanziamenti, con lo scopo di colmare quel gap di informazione summenzionato. Un gruppo di esperti in materia di Euro progettazione assiste nel contempo i clienti della Progresso direttamente dai suoi uffici principali, impegnandosi a garantire un servizio efficiente e completo.

La sua mission è quella di supportare, in prima battuta, il cliente nell’attività di analisi preliminare dell’idea progettuale, verificandone l’eleggibilità sulla base dei criteri imposti dalla Commissione Europea ed indicati nei vari programmi di finanziamento esistenti. Il progetto deve rientrare negli interessi comunitari ed essere realizzabile in partenariato con enti pubblici e privati altri Paesi dell’Unione senza discriminazione di alcun genere.

Qualora l’idea progettuale non fosse ritenuta eleggibile, la Progresso si impegna ad individuare le criticità della stessa, indirizzando il cliente verso la soluzione più idonea; in caso contrario procederebbe alla ricerca del bando più adatto al quale partecipare. L’erogazione dei fondi europei diretti avviene, di fatto, attraverso la pubblicazione delle cosiddette “Calls for Proposal” previste nei vari Programmi comunitari di finanziamento, le quali si differenziano per aree tematiche che variano dall’efficienza energetica, all’agricoltura, alla digitalizzazione delle imprese, al turismo e tutti quei settori in cui è richiesto un cambio di direzione verso una economia sostenibile.

 La fase successiva è quella di stesura del progetto vero e proprio, il quale deve essere predisposto secondo precise e puntuali linee guida stabilite dal bando di riferimento, e deve contenere obiettivi concreti nonché attività coerenti ai fini del loro raggiungimento. È importante precisare ancora una volta che solo le proposte progettuali con elevati standard di innovazione e di fruibilità per i beneficiari possono essere favorevolmente accolte dalla Commissione UE.

Il lavoro della Progresso APM Consulting continua anche nell’ulteriore fase dell’implementazione e della rendicontazione, affiancando il cliente fino al totale completamento del progetto.   

 “Tutte le attività volte all’ottenimento del finanziamento diretto devono essere realizzate nel pieno rispetto delle priorità dell’Unione Europea in materia di clima e ambiente. Occorrerà, poi, investire in un’alimentazione sostenibile e in un’economia circolare intelligente. Il segreto del successo è garantire che le proposte progettuali siano ben redatte e costantemente monitorate in tutte le diverse fasi del ciclo, rendendole più visibili ed intellegibili agli attori chiave della catena decisionale europea. Per ottenere ciò, è quindi fondamentale circondarsi di un team di qualificati professionisti che rappresenta, senza dubbio, la chiave del successo per qualsiasi azienda. Personalmente, poi, nella mia società, ho anche voluto aggiungere elementi importanti come quelli dell’autonomia gestionale, della creatività, della fiducia reciproca, dell’aggiornamento costante del personale, del rispetto e della tutela del cliente, elemento che per noi della Progresso APM Consulting assurge a valore fondamentale” afferma Romagnoli, “con la speranza che in futuro si possa sviluppare la consapevolezza che essere parte dell’Europa rappresenta un grande vantaggio ed un’eccezionale opportunità di sviluppo e di crescita”.