Dubai, la città perfetta per avviare un’impresa

Dubai ha dimostrato di essere una proposta solida per investitori e imprese, grazie a un solido quadro giuridico, un ambiente normativo favorevole alle imprese e una forte governance aziendale.

Le leggi e i regolamenti sono trasparenti, flessibili e progettati per preservare i diritti delle organizzazioni e degli individui. Inoltre, il commercio globale di Dubai continua a prosperare.

Dubai Free Zone e incentivi per gli imprenditori stranieri

Le zone franche di Dubai, un ambiente pionieristico e favorevole al commercio, offrono proprietà straniera al 100%, politiche di esenzione fiscale, avvio di attività commerciali a basso costo e strutture di ristrutturazione.

Ciò significa che le aziende di tutte le dimensioni, dalle quotate in borsa alle startup, cercano di sfruttare al meglio la posizione strategica di Dubai come porta d’accesso alle economie di Europa, Medio Oriente, Africa e Asia meridionale.

Facilità di fare affari e iniziativa per il successo

Secondo le ultime classifiche della Banca Mondiale, gli Emirati Arabi Uniti sono il primo Paese nel mondo arabo per “Facilità di fare affari”. A partire dal 2020, Dubai si è classificata all’ottavo posto come centro finanziario globale secondo il Global Financial Centers Index e al sesto a livello mondiale in termini di reputazione.

Queste cifre riflettono non solo la facilità di avviare un’impresa, ma anche la forte rete commerciale e industriale e gli sforzi multisettoriali che sono stati compiuti per aumentare l’efficienza.

Smart Dubai Office ha lanciato più di 130 iniziative in collaborazione con enti governativi e organizzazioni del settore privato.

Tra le iniziative più importanti ricordiamo Dubai Data Initiative, Dubai Blockchain Strategy, Dubai A.I. Roadmap e Dubai Paperless Strategy, tutte finalizzate a rendere le attività aziendali più efficienti, efficaci e meno dispendiose in termini di tempo.

La città più intelligente del mondo, sviluppo AI e IoT

Dubai si è posta l’ambizioso obiettivo di diventare la città più smart del mondo. E gli imprenditori esperti si sono resi conto che la regione è diventata molto attraente a livello internazionale per le imprese basate sulla tecnologia.

Secondo i dati riportati dall’ultimo Smart Cities Index, Dubai è tra le prime cinque città al mondo che utilizzano la tecnologia per migliorare la vita dei propri abitanti.

L’emirato sfrutta appieno le tecnologie e le iniziative emergenti come Blockchain, Intelligenza artificiale (AI) e Internet of Things (IoT) per rendere il business più personalizzato, agevole e di impatto.

Il futuro è di chi sa immaginarlo, progettarlo e realizzarlo. Dubai è costruita per gli affari e offre un ambiente sicuro e protetto che continua ad attrarre aziende da tutti i continenti.

Perché Dubai è una destinazione attraente per start-up e multinazionali

L’adozione delle migliori pratiche internazionali, l’introduzione di incentivi fiscali e il solido quadro normativo hanno reso Dubai una destinazione popolare per start-up e multinazionali:

Un solido quadro normativo attrae le imprese

Uno dei fattori che ha maggiormente contribuito al successo del settore finanziario a Dubai è la gamma di proposte offerte a investitori, venture capitalist e aziende, grazie alla solida struttura legale, alle normative pro-business e alla solida corporate governance.

Una volta stabilite a Dubai, le aziende possono trarre vantaggio da un ambiente a bassa tassazione. Inoltre, l’emirato è il luogo perfetto per beneficiare della domanda in rapida crescita di servizi finanziari e commerciali.

I migliori regolatori

Per mantenere standard elevati in tutti i settori, Dubai ha istituito diverse autorità di regolamentazione e agenzie in settori quali le telecomunicazioni, la finanza, il settore immobiliare, lo sviluppo, la sanità e l’energia.

Un recente esempio di standard di livello mondiale vede l’istituzione della Roads and Transport Authority (RTA), premiata con il Green Apple Award per le migliori pratiche ambientali in Medio Oriente dalla Green Organisation del Regno Unito.

Regolamenti a Dubai e nelle zone franche

Secondo le linee guida emanate dal governo, le attività commerciali online o sul territorio di Dubai sono disciplinate da una serie di normative avanzate, mentre le attività commerciali nelle zone franche dell’emirato sono regolamentate dalle autorità di ciascuna zona.

L’intera dirigenza di Dubai ha sempre posto l’accento sulla necessità di avere regole per un business center efficace, ma anche per attrarre maggiori investimenti e mandare segnali di fiducia a chi sceglie Dubai per fare affari.

Incentivi nelle zone franche di Dubai

Di seguito sono riportati alcuni esempi di incentivi che rendono la città di Dubai estremamente attrattiva per investitori e imprenditori stranieri:

DIFC

La Dubai International Free Zone (DIFC) offre una garanzia di 40 anni di zero tasse sul reddito e sui profitti della società, così come la rete di trattati degli Emirati Arabi Uniti con le autorità di regolamentazione e le banche centrali per evitare la doppia imposizione.

Un’altra iniziativa prevede l’azzeramento delle imposte sul reddito delle imprese e delle persone fisiche. I dettagli di alcune iniziative possono variare, ma gli incentivi sopra menzionati si applicano a quasi tutte le zone franche di Dubai.

DMCC

Il Dubai Multi Commodities Centre (DMCC) ha rivisto i suoi requisiti per migliorare la facilità di fare affari.

Tra le modifiche previste: la possibilità di modificare lo statuto standard e l’eliminazione del requisito legale del capitale sociale (precedentemente fissato a $ 136.000).

La zona franca ha anche introdotto il meccanismo del “Regolamento degli ufficiali” per gestire le competenze e le responsabilità di dirigenti, direttori e segretari.

La legge sugli investimenti diretti esteri

Alcune iniziative più recenti includono: la legge sugli investimenti esteri diretti (FDI), che consente il 100% di proprietà straniera delle società onshore, a seconda del settore.

Semplificazione amministrativa, che consente agli investitori di svolgere servizi specifici direttamente online, da circa 120 paesi. Riduzione dei costi e licenze governative. Secondo il recente rapporto di KPMG, il costo del “fare affari” sta diminuendo.

Autorità assicurativa degli Emirati Arabi Uniti

Ai sensi delle normative dell’autorità assicurativa degli Emirati Arabi Uniti, un giro di vite che ha portato a più di 200 multe imposte a società e broker per non conformità ha contribuito a una maggiore fiducia dei consumatori nel mercato e a un settore meglio regolamentato.

Altre normative introdotte nel 2019 includono: assicurazioni sulla vita, garanzie familiari reciproche e massimali sulle commissioni sui prodotti per promuovere migliori standard etici.

Crescita nel settore della finanza islamica

Per il settore della finanza islamica il 2019 è stato un anno memorabile. Il DIFC ha riportato un aumento annuo del 45% delle attività islamiche, suggerendo un aumento di 1,5 volte maggiore rispetto al settore finanziario tradizionale.

Il robusto quadro normativo ha sicuramente contribuito all’impressionante trend rialzista del settore, così come le ottimistiche previsioni.

Leggi anche...
Le Fonti – World Excellence TV
Imprese d'Eccellenza
Enel Logo
ING Direct Logo
Continental Logo
Bottega Veneta Logo
Vodafone Logo
UBI Banca Logo
Pfizer Logo
Philip Morris Logo
Scarpe & Scarpe Logo
Falck Renewables Logo
BMW Logo
World Excellence – Sistemi PMI
WorldExcellence PMI
I più recenti
Quanto è ricco Donald Trump? Ecco a quanto ammonta il suo patrimonio
Cos’è il Super Tuesday? Cosa sapere sul giorno cruciale delle primarie presidenziali USA 2024
Come viene scelto il presidente americano: così funziona il sistema elettorale negli USA
I paesi con il migliore sistema di welfare: cosa hanno in comune

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito economico e di impresa.