Women’s Forum G20 Milano: i punti chiave

Dal 17 al 19 ottobre si è tenuto il Women’s Forum G20 a Milano, tre giorni dedicati alla promozione e al dialogo tra i vertici decisionali internazionali pubblici e privati.

Lo scopo del Women’s Forum G20 Italy è stato quello di elaborare proposte e soluzioni concrete che vadano a supporto di quella che è stata rinominata She-covery. L’obiettivo è uno: l’investimento nei confronti del talento e delle energie femminili: dall’intelligenza artificiale alla finanza etica, dal maggior accesso all’educazione Stem e alle discipline scientifiche, al cambiamento climatico.

I dati italiani

I dati sono allarmanti e parlano chiaro: quasi una donna su due non è né occupata, né alla ricerca di un impiego. Dato che peggiora notevolmente al Sud, dove si scende al 33%.

Certo è che la situazione è stata ulteriormente aggravata dal Covid, Infatti, se nel 2019 l’Italia si registrava come il paese con il secondo tasso più basso dell’Unione Europea dopo la Grecia per partecipazione al lavoro, a due anni di distanza, il 70% dei posti di lavoro perso sono proprio le donne, E purtroppo, la situazione rischia di irrigidirsi ancora.

“Le donne non sono portate per la matematica”

Altro aspetto cruciale è la necessità di incrementare il numero di iscrizioni per le facoltà scientifiche. Lo scopo è quello di portare sempre più donne al centro degli ambiti legati alla digitalizzazione tecnologica, fulcro del lavoro del futuro. Certo è che sarà necessario sostenere il sesso femminile offrendo un maggior numero di mezzi e strumenti. Ma anche e soprattutto, cambiare l’approccio, a partire dal linguaggio.

Inoltre, con il Recovery Plan, si prevede un incremento di 100 miliardi di euro da investire nella transizione verso il green e il digitale. Ed è per questo che risulta necessario che il Paese convogli le proprie energie all’interno del tema della transizione. Sarà necessario costruire un nuovo rapporto con i cittadini, più equo e paritario, soprattutto in senso sociale.

Maggior importanza alla prevenzione

Il tasso percentuale di impiego non è l’unico topico di cui si è parlato durante il Women’s Forum. Infatti, uno degli altri argomenti post-pandemici è stato incentrato sul tema della prevenzione femminile.

«Chiediamo che la ripartenza non accentui le diseguaglianze, anzi punti a superarle. Serve un cambiamento di paradigma, bisogna ripensare tutto il sistema della salute attraverso l’ottica femminile. Una grande ambizione, ma indispensabile. Non è più accettabile che una parte della popolazione sia trascurata o non ugualmente rappresentata nei tavoli dove si prendono le decisioni strategiche su come spendere i soldi o nei laboratori dove si fa ricerca»

Chiara Corazza è la delegata speciale per il G7 e il G20 del Women’s Forum for the Economy and Society.

Registrati alla newsletter